Quando un problema diventa insopportabile

Ultimamente sentirsi stanchi, agitati, irritabili e insoddisfatti è una costante.

Le difficoltà possono riguardare uno o più ambiti oppure i sintomi si manifestano in particolari aree della vita quotidiana, come potrebbe essere quello professionale o relazionale.

È normale in questo caso essere stanchi, di sentirsi frustrati, di manifestare sintomi fisici cronici, di non dormire bene, di confrontarsi con gli altri e sentirsi inferiori, di provare emozioni spiacevoli per la maggior parte della giornata.

Risulta difficile tollerare le frustrazioni

Non si tollera più che il proprio valore e le proprie capacità si infrangono sotto il peso di fallimenti e umiliazioni o che non vengano riconosciuti dagli altri.

Ci si può sentire stanchi di doversi nascondere e di provare vergogna e imbarazzo per timore di essere visti, criticati o giudicati.

Risulta sempre più difficile tenere sotto controllo sentimenti negativi e di inadeguatezza e si è stremati per lo sforzo di dover compiacere gli altri perché non ci si sente capiti.

Relazionarsi con gli altri sembra essere faticoso

Può accadere di accorgersi che le relazioni con colleghi, partner, genitori, figli sono sempre più fragili e insoddisfacenti.

Ci si può trovare spesso a dover gestire conflitti, affrontare litigi e discussioni per sentirsi poi soli nella relazione o a disagio in queste relazioni.

Non venire riconosciuti nei rapporti porta a volerli evitare o a credere che non si è capaci di costruire un legame profondo.

È possibile sentirsi meglio

Superare queste difficoltà da soli può risultare complicato. Spesso non basta il supporto di amici e confidenti. Ci sono emozioni sottese che bisogna esprimere e analizzare.

Per farlo può essere utile farsi accompagnare da una persona competente, in grado di mettere a sua agio chi ha davanti e di offrirgli uno spazio accogliente e sicuro, in cui possa aprirsi e mostrare parti di sé che tende a nascondere.

Come sarebbe vivere sentendosi a proprio agio con se stessi?

La Psicoterapia Psicoanalitica aiuta a conoscere meglio se stessi, in relazione alla propria soggettività e nel rapporto con gli altri, e i contenuti profondi di cui spesso la sintomatologia diventa la manifestazione.

La cura, attraverso la Psicoterapia Psicoanalitica, mira alla salute psichica, emotiva e relazionale, promuovendo un sentimento di sicurezza e favorendo la crescita e lo sviluppo di un pensiero consapevole, che permetta una maggiore integrazione tra le diverse dimensioni della propria personalità.

Per migliorarsi è importante ritagliarsi uno spazio in cui entrare in contatto con parti di sé che non si è soliti considerare.

Tutto ciò è possibile con un percorso specifico per ogni persona da realizzare insieme ad una psicoterapeuta nel seguire persone che hanno voglia di affrontare aspetti della propria vita che non li soddisfa e non li fa sentire bene.

Contattami e iniziamo un percorso.

Contattami Oggi per un Colloquio Telefonico

Dott.ssa Giulia Quaranta

Sono una Psicologa e Psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico di Roma. Mi occupo di sostegno psicologico e psicoterapia individuale.

Sono sempre stata affascinata dalla capacità che ha l’artista di comunicare quello che sente attraverso la sua opera d’arte che porta con sé il significato di “potersi curare”. Penso che questo aspetto artistico della mia personalità sia stata la motivazione che mi ha spinto ad intraprendere questo percorso di studi, perché fare bene psicoterapia è un’arte e devo ammettere che non ci si annoia mai.

Come l’archeologo che usa i mezzi del suo mestiere per dissotterrare la città sepolta così il terapeuta, attraverso la prassi comunicativa, mette in evidenza i fatti psichici iniziali della storia della persona per ricostruirla.

Quando si sceglie di iniziare un percorso di psicoterapia si scoprirà che ci vogliono onestà, coraggio e pazienza per apportare cambiamenti duraturi.

Come Ti Posso Aiutare

Qualche Testimonianza Sul Mio Lavoro

"Ho trovato professionalità e sensibilità, qualità che mi hanno fatto avere fiducia in lei" 

"Preparata e competente, mi è stata consigliata da un'amica" 

"Mi sto trovando molto bene nell’affrontare ogni tipo di problematica, a mio agio nell’indagare le aree più delicate e insieme stiamo scoprendo le dinamiche che mi stavano bloccando"